Donna con le calze Blu (1973) cm 87×107 – Tempera su tela

Donna con le calze Blu (1973)

cm 87×107 – Tempera su tela

Nel 1972 giunge al termine la collaborazione di Dady Orsi con Carlo Riva. Quell’attività lo ha visto per oltre venti anni curare, assieme a Federico Patellani, la comunicazione aziendale della Riva Motoscafi. Stanco del mondo della grafica industriale, che tra l’altro sottrae energie all’attività artistica, abbandona definitivamente quell’ambiente per tornare ad essere un pittore a tempo pieno e ad esporre regolarmente la sua opera. D’altro canto, desidera assecondare la sua vocazione chiamandosi fuori da quel mercato che predilige le tendenze all’ultimo grido. A fornirgli per primo una nicchia per fare circolare la sua pittura colta ma non intellettuale è Beppe Mainieri nella sua galleria di via Bigli. Nudo lunare e conturbante, la Donna con le calze blu è tra i più apprezzati dal pubblico che interviene numerosissimo in questa mostra di rientro. Per volontà dell’artista, e d’accordo con il gallerista, il dipinto non è tra quelli in vendita. Riferendosi a questo dipinto l’artista dichiara di essersi ispirato a Manet, di cui ammira la sintesi scevra di complicazioni e la gamma dei colori scuri stesi piatti, senza indulgere alla resa accademica dei volumi. Qui il linguaggio figurativo unisce ad uno sfrontato erotismo un’altrettanto sfrontata estraneità a tutti i linguaggi delle avanguardie, cui Orsi non si sarebbe adeguato né per moda né per denaro.

<

>